Image Alt

Blog

Escursione a Gorropu

Escursione a Gorropu, il Canyon più profondo d’Italia

In questa guida ti parliamo di come fare un Escursione a Gorropu in autonomia durante il tuo Viaggio in Sardegna.

Gorropu, che in sardo significa burrone, è una spaccatura nella terra che si è formata grazie all’erosione dell’acqua sulla roccia calcarea. Nel suo punto più alto le pareti raggiungono i 500m di altezza e nei passaggi più stretti il letto del fiume è di soli 4m, non è un esagerazione dire che sembra che la terra ti si “chiuda sulla testa”.

Alla base del Canyon scorre il Fiume Flumineddu che però si inabissa sotto il suolo permettendo a noi avventurieri di poter esplorare il canyon praticamente tutto l’anno senza particolari problemi.

Ora allaccia gli scarponi e vediamo assieme nei dettagli come affrontare questa stupenda escursione.

Come arrivare a Gorropu

Ci sono vari sentieri per accedere a Gorropu, il più scenico e panoramico è sicuramente quello che parte da Genna Silana.

Devi parcheggiare la macchina davanti all’Hotel Gorropu da dove poi inizia il sentiero che scende verso il letto del fiume.

Dalle principali località sarde la distanza varia molto trovandosi nel mezzo del Supramonte di Urzulei, una zona molto selvaggia e con pochi centri abitati.

Sicuramente il punto più comodo e vicino sono i paesi di Dorgali e Baunei. Ti lasciamo per comodità un riassunto della distanza e tempi dalle località principali dell’isola:

  • Da Cagliari: 2h e 40minuti, 180km
  • Da Olbia: 2h e 5 minuti, 123km
  • Da Alghero: 3h, 190km
  • Da Baunei: 35 minuti, 28km
  • Da Dorgali: 30 minuti, 20km

Tieni presente questi tempi quando organizzi un escursione qui per evitare le ore più calde o affollate.

Escursione a Gorropu

Periodo Migliore

Il periodo migliore sono sicuramente le mezze stagioni come l’autunno (da ottobre in poi) e la primavera, da marzo a giugno quando ancora si può:

  • Evitare la folla estiva ed il caldo eccessivo
  • Evitare i mesi invernali dove potrebbe far molto freddo oppure piove molto e il canyon diventa inagibile (solo per alcuni giorni)

Noi siamo andati a fine ottobre e si è rivelata la scelta corretta 🙂

Sentiero Escursione a Gorropu

Come detto il Sentiero da dove inizia l’escursione a Gorropu parte dalla Casa cantoniera di Genna Silana.

Da qui si imbocca la strada sterrata che parte da di fianco la casa cantoniera. Dapprima il sentiero è abbastanza largo per poi iniziare a stringersi man mano che si ridiscende.

Il percorso è veramente panoramico ed alterna aree ghiaiose che si affacciano sulla vallata del fiume Flumineddu da dove si apprezza tutto il vasto Supramonte, ad aree boschive dove alti Lecci, bassi Ginepri e alberi di Corbezzoli svettano lussureggianti.

Il sentiero di discesa è lungo 4,5km con un dislivello di 800m circa, questo fa sì che sia molto ripido, meglio avere quindi le scarpe da Trekking a caviglia alta per evitare storte.

Entrata nel canyon

Una volta raggiunto l’inizio del Canyon si inizia ad entrare.

Il percorso è diviso in 3 tappe di difficoltà:

  • Verde la prima che è quella più semplice
  • Arancione la seconda, leggermente più difficile
  • La Rossa, dove bisogna scavalcare rocce più complesse ma rimane comunque fattibile

Alla fine della rossa parte il sentiero attrezzato, da percorrere con buona attrezzatura e solo se si è esperti oppure accompagnati da una guida alpina.

Escursione a Gorropu
Il tipico Cuile Sardo

I Cuile Lungo il Sentiero

Non solo natura però, lungo il sentiero si possono apprezzare 2 Cuiles veramente ben mantenuti che ci parlano della storia della Sardegna.

Si tratta delle antiche case dei pastori che vivevano su questi monti, sono costruite con una base di rocce circolari ed il tetto è formato da tronchi di Ginepro, infine sulla punta della casetta si appoggia una pietra che aiuta a non far entrare la pioggia e stabilizza la struttura.

Il Cuile quindi è circolare e al suo interno c’è uno spazio dove sdraiarsi e un area dove accendere il fuoco usato per cucinare e scaldare.

Il primo Cuile ha però una particolarità, è fatto di Leccio e non di Ginepro (queste informazioni sono una bomba per far colpo sui vostri amici, sfruttatele)

Rientro dal canyon

Ora che stai tornando indietro ti si presenta davanti una salita di 800m di dislivello abbastanza faticosa.

Se non sei allenato però esiste un’altra possibilità, risalire in jeep dall’altro versante (dopo aver camminato 1km circa).

Il costo della Jeep è di 15€ a persona e va prenotato una volta arrivati all’entrata del Canyon, questa ti porterà fino a Genna Silana dove hai lasciato la macchina.

A te la scelta, noi siamo saliti camminando perché da ogni prospettiva il paesaggio cambia e vale la pena essere ammirato 🙂

Sentiero per Gorropu
Sentiero per Gorropu

Dettagli del Trekking

Ecco un mini riassunto del Trekking:

  • Durata: 6h con calma
  • Dislivello: 800m negativi e positivi
  • Punto di Partenza: Casa Cantoniera di Genna Silana, Inserisci Hotel Gorropu su Google maps
  • Difficoltà: Media
  • Sentiero: Ben Tracciato impossibile perdersi
  • Costo: 5€ entrata al Canyon
  • Indispensabile: 2L acqua e Scarpe Trekking
  • Partenza: 1100mslm
  • Attrezzatura: Non necessaria
  • Rientro con Jeep: 15€ pp
  • Adatto a Bambini: Si, se abituati a camminare

Escursione a Gorropu, Dove dormire

Se la tua intenzione è visitare lo spettacolare Supramonte Sardo e le calette del golfo di Orosei di consigliamo di dormire nei piccoli paesini di :

  • Dorgali
  • Baunei
  • Cala Gonone
  • Santa Maria Navarrese

Tutti sono punti strategici incredibili per visitare quest’area facendo massimo 1h di macchina al giorno 🙂

Se vai fuori stagione l’offerta è ampia ed i costi sono affrontabili.

Cosa portarsi per l’Escursione a gorropu

Per affrontare l’escursione a Gorropu è molto importante essere forniti di abbastanza acqua e di snacks. Il percorso come hai visto è abbastanza lungo e faticoso (soprattutto il ritorno) per questo motivo bisogna essere preparati.

Nella stagione estiva da maggio a settembre c’è un bar aperto proprio di fronte al parcheggio, altrimenti c’è l’hotel Gorropu che è spesso aperto e offre aperitivi e acqua.

Il nostro consiglio (almeno sull’acqua) è di partire automuniti e autosufficienti.

Altre cose utili da portarsi tutto l’anno sono:

  • Cappellino
  • Crema solare (anche d’inverno il sole picchia forte)
  • Scarpe da Trekking con caviglia alta
  • Maglietta di ricambio se sudi molto
  • Power bank per il cellulare
  • Bastoncini da trekking possono essere utili

Conclusione

Da Gorropu è tutto, non ti resta che allacciare gli scarponi e lanciarti all’avventura.

Hai dubbi o Domande? Ci sentiamo nei Commenti 😉

PS Scrivere contenuti di qualità è una nostra grande passione, ma come immagini porta via molto tempo. Se con questo contenuto ti abbiamo aiutato..

Altri Articoli che ti possono interessare

.

Siamo Thomas e Giulia. A Febbraio 2021 abbiamo lasciato il lavoro per Viaggiare a lungo Termine. Il nostro obiettivo? Aiutarti a Viaggiare in maniera Autentica e Low Cost condividendo le nostre esperienze di Viaggio e i Trekking in Giro per Il Mondo. Da quando siamo partiti abbiamo iniziato a lavorare come Content Creator e Nomadi Digitali. Unisci alla Nostra Community!

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici