Image Alt

Blog

Cammino dell'inca in Ecuador

Cammino dell’inca in Ecuador in solitaria. Guida Completa

Tempo di Lettura 10 Minuti

Il Cammino dell’Inca è uno dei percorsi più famosi e bramati da tanti camminatori e Trekker. Data la sua fama, si è dovuto imporre quote di ingresso e restrizioni agli avventurosi camminanti che esplorano il Perù.

Pochi sanno però che il cammino dell’Inca (Quapaq Nan) è lungo oltre 30.000km e si estende dall’Argentina all’Ecuador. Proprio in Ecuador esiste un Cammino dell’Inca ancora poco conosciuto che gli intrepidi viaggiatori possono percorrere in solitaria, senza grosse spese e soprattutto senza limitazioni.

L’arrivo del Cammino conduce alla città antica di Ingapirca, una volta roccaforte delle civiltà Canaris e Inca.

Se cerchi un avventura sulle Ande che parla di storia, questo è il Cammino che fa per te.

Cammino dell'inca in Ecuador
Campamento Tres Cruces e Passo Tres Cruces

Informazioni generali

Larga parte del Cammino Originale è andata perduta col tempo, in Ecuador però si possono ancora percorrere circa 40km di queste strade che attraversano il Massiccio montuoso di Azuay.

Il Trekking comincia nel paesino andino di Achupallas e termina al sito archeologico di Ingapirca.

Il Cammino è generalmente percorso in direzione Achupallas – Ingapirca in 3 giorni e 2 notti, ma se sei abbastanza acclimatata e cammini in fretta puoi anche accorciarlo e rimanere fuori una notte sola.

Il punto più alto è il Passo Tres Cruces a 4400m, qui solo alte montagne, lagune e cavalli selvaggi “popolano” questa area della terra. Lungo il cammino puoi intravedere l’antica rotta, in alcuni punti larga anche 15m, alcune zone di culto e un rifugio di montagna dell’epoca (los Paredones)

Costo del cammino dell’inca in Ecuador

Il costo per fare il cammino dell’Inca in solitaria è davvero ridotto e alla portata di tutti. Basicamente ti costerà:

  • Costo Bus da Cuenca a La Moya 7$ per persona (noi abbiamo speso 7$ ma probabilmente questa volta ci hanno fregati)
  • Pick Up da La Moya a Achupallas tra 12 e 20$, sta a te negoziare bene (noi abbiamo speso 15$)
  • Cibo e acqua per i 3 giorni 20/25$ in totale per 2 persone
  • Pastiglie per l’acqua potabile 16$ (le puoi comprare al negozio Accion Sport di Cuenca)
  • Bomboletta di gas per cucinare da 5 a 15$ in totale (noi abbiamo speso 5$), la trovi nei negozi sportivi e di pesca nel centro città di Cuenca
  • Bus da Ingapirca a Canar 1$ per persona
  • Bus Canar a Cuenca di rientro 2,5$ per persona
  • Entrata Ingapirca al sito archeologico 2$ per persona

Per un totale di circa 50$ a persona. Un buon prezzo no?

Cammino dell'inca in Ecuador
Un tratto del Cammino

Come arrivare ad Achupallas (inizio del cammino)

Per arrivare ad Achupallas hai 4 opzioni diverse tra le quali scegliere:

  1. Da Cuenca a La Moya in Bus (circa 4 ore), devi prendere il bus in direzione Quito
  2. Da Riobamba a La Moya (circa 3 ore), devi prendere qualsiasi bus che va a Cuenca
  3. Andare a El Tambo o Canar il giorno prima, e la mattina prendere un bus che va a la Moya (direzione a Quito), 1h circa di trasporto
  4. Andare ad Aluisi, città dove passa il treno Nariz del Diablo, famoso perchè va in retromarcia. Devi andare il giorno prima ad Aluisi e il giorno del trekking prendere un bus Cooperativo (1 volta al giorno) che ti porta ad Achupallas

Una volta arrivati a La Moya, devi prendere il pick-up che ti porta fino ad Achupallas. Non ti preoccupare, i pick-up si trovano sulla strada principale e ti basta chiedere “una carrera ad Achupallas” e qualcuno ti porterà fino a là per un prezzo che varia dai 12 ai 20$.

Noi siamo partiti da Cuenca con il bus delle 6 del mattino e abbiamo iniziato a camminare a mezzogiorno. Devi assolutamente partire presto perché il viaggio è molto lungo e non è bello camminare con il buoi, sei d’accordo?

Ps tutti i Bus, sia da Riobamba che da Cuenca si prendono dalla Terminale Terrestre.

https://www.youtube.com/watch?v=Sw_rQlG9ujs&feature=youtu.be

Cammino dell’Inca in Ecuador. le Tappe

Ecco un piccolo riassunto delle tappe e dei dati sul Cammino dell’Inca in Ecuador:

  • Durata: 3 giorni 2 Notti
  • Distanza totale: 38km
  • Costo di Entrata: Nessuno
  • Difficoltà: Media, devi essere acclimatato
  • Punto più alto; Passo Tres Cruces, 4400m
  • Tappa 1: Achupallas – Sotto il passo Tres Cruces, 11km, 700m dislivello in salita
  • Tappa 2: Sotto il Passo a Paredones, 10km, 600m dislivello, 200 in salita 600 in discesa
  • Tappa 3: Paredones – Ingapirca, 17km, 900m dislivello in discesa

carte online per viaggiare 2
Vista dalla Tenda al campamento Tres Cruces

Cammino dell’inca in ecuador – Giorno 1

Il primo giorno inizia con il trasporto verso Achupallas, ricordati di partire molto presto se vieni da Cuenca (6 del mattino al più tardi) o da Riobamba. Devi iniziare a camminare prima di pranzo se non vuoi arrivare con il buio.

Non farti lasciare dal pick-up al centro del paese di Achupallas perchè si trova a 2km dall’inizio del sentiero. Chiedi di farti lasciare sopra il paese all’inizio del sentiero, i locali sanno dove si trova e ti porteranno lì, se vuoi stare tranquillo aiutati con Maps.Me , facendo zoom sulla mappa vedrai facilmente il sentiero tratteggiato.

Il sentiero qui è segnato e inizia a salire dolcemente costeggiando il fiume Azuay e alcune case di pastori. Una volta attraversato il fiume si sale sul fianco della montagna fino a dirigersi verso la stretta vallata che in salita si apre davanti a te. Non ti puoi sbagliare, devi tenere il fiume sempre sulla sinistra.

Dolcemente si continua a salire, le case spariscono e solo cavalli ci saranno intorno a te. Si passa una piccola stalla abbandonata e si prosegue sempre in leggera salita verso il passo Tres Cruces.

Dopo 11km troverai sulla tua sinistra una piccola laguna, e davanti a te 100m di salita abbastanza ripida e rocciosa. Qui è dove ti puoi mettere con la tenda per rimanere riparato dal vento.

Questa tappa, camminando con calma la si percorre in 4h e mezza. Dovresti arrivare alla laguna a massimo le 5 di pomeriggio. Non preoccuparti per l’acqua qui trovi vari ruscelli che sgorgano da dove attingere.

Metti su Maps.Me “Tres Cruces” per trovare il punto esatto di campeggio.

Cammino dell'inca in Ecuador
Vista sulle Montagne andine dal Passo Tres Cruces

Cammino dell’inca in ecuador – Giorno 2

La seconda tappa è la più breve, bella e anche faticosa del cammino. Si cammina solo 10km ma bisogna attraversare il passo Tres Cruces facendo 200m di dislivello, passare sulle creste a 4400m per circa 1 km, con tutto attorno un paesaggio spettacolare sulle Ande e le lagune, infine ridiscendere la montagna in un ripido e stretto sentiero molto scivoloso (500m di dislivello), che molte volte diventa un piccolo fiume.

Una volta arrivati in valle devi passare per un largo pantano dirigendoci verso il fiume ed attraversalo in modo da mantenerlo alla tua sinistra. Occhio che nel pantano il sentiero si perde, usa quindi un GPS o Maps.Me per restare in traccia. Se proprio ti confondi tieni presente che devi attraversare il fiume e salire sulla parete di sinistra dove il sentiero riprendere.

Da qui mancano solo 3,5km al rifugio Paredones, dove puoi piantare la tenda. Si tratta di un tratto in leggera salita che risale la montagna, lasci quindi la valle ed in lontananza puoi ammirare la laguna Culebrillas.

Il sentiero di questa tappa non è ben segnalato e se il clima è molto piovoso diventa molto fangoso e scivoloso, questo rallenta la marcia.

Il nostro consiglio è di partire per le 7/7 e 30 di mattino per arrivare a Paredones per le 12/13 del pomeriggio ed avere tempo di goderti il paesaggio, inoltre il mattino è di solito bello il tempo, quindi meglio approfittarne.

Quando siamo andati noi, siamo arrivati a Paredones alle 12 e 30 e 15 minuti dopo è iniziato a piovere, fino al mattino seguente! Per fortuna abbiamo messo la tenda in tempo!

Ah, quasi dimenticavamo, vicino a Paredones non ci sono fonti d’acqua (a meno che non piova tantissimo), fai scorta quando sei nella vallata per non rimanere fregato.

Cammino dell'inca in Ecuador

Cammino dell’inca in ecuador – Giorno 3

La terza e ultima tappa è la più lunga di tutti, 17km, e ci porta da Paredones a Ingapirca.

Dapprima si sale leggermente per 2km poi si inizia a scendere costeggiando la laguna di Culebrillas in lontananza. Qui il sentiero si confonde e riappare costantemente e si può in certi tratti apprezzare la vecchia via Inca larga fino a 15m.

Dopo 9km si esce dal pantano e si arriva al paesino di San Jose Culebrillas, qui la strada diventa di terra ed è in discesa fino a Ingapirca. Questa ultima parte è un po’ noiosa e passa attraverso campi coltivati e piccoli villaggi ma ringrazierai che finalmente il terreno non è fangoso.

Anche per questa tappa il nostro consiglio è di partire per le 7 del mattino in modo di arrivare a Ingapirca per le 13 e avere tempo di visitare il sito archeologico prima di tornare a Cuenca o Riobamba.

Qui non devi aver paura di non trovare trasporto pubblico, infatti dal paese partono ogni 30 minuti autobus che in mezz’ora ti portano a Canar o Tumbes da dove puoi prendere il pullman che ti riporta a Cuenca o Riobamba.

Cammino dell'inca in Ecuador

Cosa portarsi per questi 3 giorni e 2 notti

Si tratta di un trekking in alta quota per questo bisogna essere preparati al brutto tempo, al freddo e ai problemi legati all’altitudine.

Per fare il cammino dell’Inca in solitaria devi mettere nel tuo zaino queste cose fondamentali:

  • Calzini tecnici
  • Scarpe da trekking in Goretex da alta montagna (tallone alto) o affittare gli stivali di gomma da pescatore (no tennis o scarpe basse)
  • Giacca antivento e impermeabile leggera
  • Giacca antivento e impermeabile pesante
  • Materassino di almento 5km di spessore, R value minimo di 4
  • Sottotenda
  • Tenda 4 stagioni con resistenza all’acqua elevata (PU almeno 3000mm)
  • Sacco a pelo con temperatura di comfort tra i 0° e i -3° gradi celsius, se hai un -15 stai una bomba
  • Maglietta termica, leggings termici e Felpa di pile per la notte
  • Magliette di ricambio per camminare
  • Pantaloni corti o lunghi leggeri di ricambio per camminare di giorno (se si bagnano quelli pesanti)
  • Cappello, guanti e scaldacollo
  • Pastiglie per purificare l’acqua (di cloro o sodio) o borraccia con filtro
  • 3/4 snack al giorno, cioccolata o nutella e Saickebon (gli spaghettin cinesi per intenderci) per la cena (evita frutta secca e carne)
  • Bomboletta del gas per cucinare e fornellino piccolo
  • Accendino e pentolino
  • Power Bank (almeno 2 da 24000 mah)
  • Salviette bagnate per lavarti e carta per andare “in bagno”
  • Lampada frontale, compra le Omeril su amazon sono una bomba
  • Compeed, antidolorifici e medicine che pensi di possano servire ( Kit Pronto Soccorso da Viaggio. Cosa Portarsi? )

Noi proprio per questo trekking abbiamo inoltre acquistato per 5$ in farmacia una borsa dell’acqua calda. Mai acquisto è stato più azzeccato, è perfetta da mettere nel sacco a pelo per scaldarsi, se sei freddoloso/a questo è l’acquisto adatto per te.

Detto ciò in questo trekking è davvero probabile bagnarsi i piedi, camminare nel fango e soprattutto che la notte ghiacci e nevichi con temperature che vanno anche sotto zero. Non sottovalutare queste cose e parti ben preparato, anche perché per 2 giorni interi non incontrerai nessuno

Cammino dell'inca in Ecuador
Tempio Ovale di Ingapirca

Farlo con una Guida

Se non ti senti sicuro a percorre il cammino dell’Inca in Ecuador in solitaria puoi contrattare una guida che venga con te.

Il costo dovrebbe essere intorno ai 50$ al giorno secondo fonti locali ma il trucco è sempre quello di negoziare…siamo in Sud America 😉

Se invece vuoi un aiuto nel trasporto potresti noleggiare un mulo, il costo è di circa 25$ al giorno, anche qui devi negoziare. Ti lasciamo i contatti di un agenzia che ti può aiutare con la logisitica: AlausiTour

3 consigli per fare il cammino dell’inca in ecuador in sicurezza e Comfort

Lascia che ti diamo 3 consigli per vivere al meglio questo cammino:

  • Portati con te un GPS o usa Maps.Me, il sentiero in alcuni tratti si perde e confonde, meglio avere una mappa a supporto
  • Usa le pastiglie per potabilizzare l’acqua, non ha senso portarsi tanto peso quando hai tanta acqua a disposizione nei fiumi
  • Non risparmiare sul sacco a pelo. Se non hai un sacco a pelo per i zero gradi affittane uno! La notte può fare molto freddo

Infine non partire senza assicurazione di Viaggio, noi usiamo SafetyWing, copre tantissimi casi di assistenza e anche il covid-19 ed eventuale quarantena obbligatoria, inoltre la puoi sottoscrivere anche se sei già partito e puoi renderla flessibile in base ai tuoi giorni di viaggio (costo base è 38€ ogni 28 giorni) e la puoi interrompere quando vuoi.

Cammino dell'inca in Ecuador
La nostra Tenda lungo il cammino

Quando andare? Posso farlo anche io? Risolviamo i dubbi

Questo trekking l’unica difficoltà che presenta è l’incognita del tempo e la possibilità di dover camminare nell’acqua in alcuni tratti.

A parte ciò non è un trekking difficile e lo puoi tranquillamente fare con una buona acclimatazione prima e della buona attrezzatura (che puoi anche affittare a Cuenca o Alausi).

Il periodo migliore per andare è in teoria Luglio e Agosto, i mesi meno piovosi. In Ecuador però il clima è molto variabile e ballerino per questo potresti beccare bellissime giornate a Novembre e brutte giornate a Giugno, Luglio.

Noi lo abbiamo fatto ad inizio giungo e abbiamo trovato davvero tanta pioggia.. devi essere pronto a bagnarti i piedi 😉

Conclusione

Bene, siamo arrivati alla fine di questa guida. Ora hai tutte le informazioni che ti servono per affrontrare il cammino dell’Inca in Ecuador e raggiungere Ingapirca.

Se questo articolo ti è stato utile considera offrirci una birretta per mantenere questo blog attivo.

Ci vediamo alla prossima avventura 😉

Altri articoli che ti possono interessare

.

Siamo Thomas e Giulia. A Febbraio 2021 abbiamo lasciato il lavoro per Viaggiare a lungo Termine. Il nostro obiettivo? Aiutarti a Viaggiare in maniera Autentica e Low Cost condividendo le nostre esperienze di Viaggio e i Trekking in Giro per Il Mondo. Da quando siamo partiti abbiamo iniziato a lavorare come Content Creator e Nomadi Digitali. Unisci alla Nostra Community!

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici